L’innesto

di Luigi Pirandello
regia di Edoardo Nodi Battaglion

adp_innesto_2013Laura recatasi per diletto in un parco a dipingere, viene brutalmente aggredita da un individuo che la violenta. L’esito dell’episodio è una gravidanza, peraltro inaspettata nell’ambito di un matrimonio che in sette anni non ha dato frutti di maternità. Laura vorrebbe dare all’accaduto il senso di un fatto che solo un grande amore, quello appunto per Giorgio – il marito – può far compiere, ispirata dall’osservazione di ciò che la natura favorisce in una pianta sterile dopo un innesto, quando la pianta “in succhio”, in amore, riesce a fruttificare.
Solo un grande amore può dunque “innestare” il prodigio. Ma Giorgio avversa l’accettazione di una simile procreazione, e respinge l’implorazione di amore di Laura, travisando il tutto come un sopruso ai suoi danni. Ne nasce un conflitto tra ragione e sentimento, tra Eros e Thanatos, violento eppure affascinante, svolto da Pirandello nel clima chiaroscurale della sua poetica artistica teatrale.

con (in ordine alfabetico)
Noemi Bigarella la Zena, contadina
Gianni Busatto il delegato
Maria Luisa Cantarelli la signora Francesca, madre di Laura e Giulietta
Luigi Celetti Filippo, giardiniere
Luisa degli Esposti la cameriera
Tina Fanelli lettrice
Licia Guastelluccia Laura Banti, moglie di Giorgio Banti
Dario Lilloni Giorgio Banti
Luca Mottadelli l’avvocato Arturo Nelli
Daniela Marmorato la Nelli
Carmela Napoletano Giulietta
Sandro Pace il dottor Romeri

Scarica la scheda tecnica de “L’innesto” (file PDF)
L’apertura e la lettura dei file PDF richiedono Adobe Reader®